I 5 elettrodomestici che consumano più energia nelle case vacanze

Man mano che sempre più persone diventano consapevoli dell’impatto che hanno sull’ambiente, molti cercano modi per ridurre la propria impronta di carbonio, anche quando viaggiano. Gli studi dimostrano infatti che il 78% dei viaggiatori intende soggiornare in una struttura ricettiva sostenibile almeno una volta nel 2023, e il 57% dei viaggiatori si sentirebbe meglio soggiornando in una particolare struttura ricettiva se sapesse che ha una certificazione di sostenibilità . I proprietari e i gestori di immobili in affitto per le vacanze possono sfruttare questa tendenza rendendo le loro proprietà più rispettose dell’ambiente.

In questo articolo, esamineremo quanta energia consumano effettivamente gli elettrodomestici nelle case vacanze e come convincere i tuoi ospiti a ottimizzare il loro utilizzo. I 5 elettrodomestici più energivori nelle case vacanze:

  1. Il frigo
  2. La televisione
  3. La lavatrice
  4. L'illuminazione
  5. Il forno

Apportando piccole modifiche alle loro proprietà, proprietari e gestori possono non solo risparmiare denaro, ma anche aiutare a proteggere il pianeta. Quindi tuffiamoci e vediamo come puoi rendere la tua casa vacanza più sostenibile!

 

COME SCEGLIERE GLI ELETTRODOMESTICI CHE CONSUMANO MENO

Negli Stati Uniti:

Cercare l'etichetta ENERGY STAR, che indica che l'apparecchio soddisfa determinate linee guida sull'efficienza energetica stabilite dalla US Environmental Protection Agency.

Controllare l'etichetta EnergyGuide, che mostra il consumo energetico annuo stimato e i costi operativi dell'elettrodomestico.

Prendi in considerazione apparecchi con funzionalità che riducono il consumo di energia, come termostati regolabili, spegnimento automatico o modalità di risparmio energetico.

Scegli gli elettrodomestici con le dimensioni più piccole che soddisfano le tue esigenze.

Cerca elettrodomestici con un'elevata efficienza energetica, come i modelli certificati Energy Star.

In Europa:

Cerca elettrodomestici con classe di efficienza energetica A o superiore.

Prendi in considerazione apparecchi con simboli più (+) aggiuntivi, come A+, A++ o A+++, che indicano livelli ancora più elevati di efficienza energetica.

Verificare il consumo di energia visualizzato sull'etichetta energetica dell'apparecchio, espresso in kWh all'anno.

Scegli gli elettrodomestici con le dimensioni più piccole che soddisfano le tue esigenze.

Prendi in considerazione apparecchi con funzionalità che riducono il consumo di energia, come lo spegnimento automatico o le modalità di risparmio energetico.

 

Il primo elettrodomestico che consuma più energia in una casa vacanza: il frigorifero

Il frigorifero è un elettrodomestico essenziale in qualsiasi casa vacanza, ma sapevi che è anche il più energivoro? A causa del suo funzionamento continuo e delle sue dimensioni, il frigorifero può consumare una notevole quantità di energia, portando a bollette energetiche più elevate per i proprietari di case vacanza. Di seguito, esploreremo perché il frigorifero consuma così tanto energia e offriremo alcuni suggerimenti su come ridurne il consumo energetico.

Quanto consuma il frigorifero?

Il consumo energetico di un frigorifero può variare in base a una serie di fattori, tra cui le dimensioni, l'età e il grado di efficienza energetica. In generale, un frigorifero utilizzerà tra 0,8 e 2,4 chilowattora (kWh) di energia al giorno. La quantità esatta dipenderà dai fattori sopra menzionati, nonché dalla frequenza con cui il frigorifero viene aperto e da quanto bene viene mantenuto.

Mantenere il frigorifero in buone condizioni pulendo le serpentine, controllando le guarnizioni e sbrinando regolarmente può aiutare a ridurre il consumo di energia. Assicurati inoltre di regolare la temperatura del frigorifero all'impostazione consigliata (circa 37-40 ° F o 2,8-4,4 ° C) per garantire che il frigorifero non lavori troppo e consumi più energia del necessario.

 

Come convincere i tuoi ospiti a ottimizzare l'utilizzo del frigorifero?

Ecco alcuni suggerimenti per gli ospiti delle case vacanze per aiutare a ridurre il consumo energetico del frigorifero, perché non stamparli o metterli come suggerimento sul frigorifero:

  • Riduci al minimo l'apertura della porta : cerca di limitare il più possibile la frequenza e la durata dell'apertura della porta. Ogni volta che apri il frigorifero, l'aria fredda fuoriesce e il frigorifero deve lavorare di più per raffreddarsi di nuovo, il che aumenta il suo consumo energetico.
  • Conservare gli oggetti freddi : mettere gli oggetti freddi nel frigorifero piuttosto che quelli caldi oa temperatura ambiente. Ciò ridurrà la quantità di lavoro che il frigorifero deve svolgere per raffreddarli.
  • Usa lo spazio del frigorifero : evita di riempire eccessivamente il frigorifero con troppi oggetti che limitano la circolazione dell'aria. Il frigorifero deve mantenere una temperatura costante e prevenire l'accumulo di sacche calde al suo interno.

Seguendo questi suggerimenti, gli ospiti delle case vacanze possono contribuire a ridurre il consumo energetico del frigorifero, con conseguente risparmio energetico e un'esperienza di vacanza più sostenibile.

CRITERI SUSTONICA – Per ottenere 2 punti per il tuo badge aggiorna il tuo frigorifero ad un A,B,C in Europa o Energy Star negli Stati Uniti. Controlla il nostro standard


Qual è il mio punteggio? Fai il test per calcolare automaticamente i punti del tuo appartamento o residenza in città e per scoprire se hai diritto alla nostra convalida.

 

I 2 elettrodomestici più energivori in una casa vacanza: la televisione

La televisione è un elemento comune nella maggior parte delle case vacanza, ma sapevi che in realtà è il secondo elettrodomestico che consuma più energia? In effetti, può consumare una quantità sorprendente di energia, in particolare se viene lasciato acceso per lunghi periodi di tempo. In questo articolo, esploreremo perché la televisione consuma così tanto energia e offriremo alcuni suggerimenti su come ridurne il consumo energetico. Apportando alcune semplici modifiche, puoi ridurre le bollette energetiche della tua casa vacanza e allo stesso tempo contribuire a proteggere l'ambiente.

Quanta energia consuma un televisore?

Un vecchio televisore CRT da 24 pollici utilizzerà tra i 75 ei 95 watt di elettricità all'ora, mentre un moderno televisore LED delle stesse dimensioni utilizzerà solo circa un terzo di tale energia. Per una TV da 50 pollici, un modello con schermo al plasma consumerà tra 150 e 200 watt, mentre una TV LED di dimensioni simili utilizzerà solo da 50 a 60 watt.

La televisione ingerirà anche energia mentre è in uno stato dormiente. Alcuni televisori avanzati possono consumare una grande quantità di energia in standby solo perché sono abilitate determinate funzioni, ad esempio si dice che il "risveglio tramite WIFI" consumi quasi quanto l'attivazione del televisore. Se colleghi la tua TV a una presa intelligente, puoi disattivarla a distanza.

Come scegliere un televisore che consuma meno?

Televisore LED

  • Il tipo di televisore più economico è uno schermo piatto a LED. OLED e QLED superano leggermente i LED in termini di consumo energetico poiché ogni pixel è illuminato in modo indipendente anziché utilizzare la retroilluminazione a LED. I televisori al plasma assorbono molta più energia rispetto ai modelli LED, OLED o QLED.

Le dimensioni contano, piccolo è meglio (!)

  • Più grande è il tuo televisore, più elettricità richiederà per funzionare. Anche i modelli da 65 o 75 pollici più a risparmio energetico utilizzeranno più energia di un televisore più piccolo meno efficiente.

Come convincere i tuoi ospiti a ottimizzare l'utilizzo della TV?

  • Collega la TV a una presa di prolunga con pulsante di accensione/spegnimento e chiedi ai tuoi ospiti di spegnerla quando se ne vanno.
  • Oscura lo schermo. Più luminoso è lo schermo, più elettricità attirerà il tuo televisore. Puoi trovare le opzioni di illuminazione nel menu TV: alcuni televisori hanno anche una modalità sostenibile, e ce ne sono altri che hanno un rilevatore che misura la luce nella stanza, in modo che il televisore possa modificare automaticamente la luminosità.

 

I 3 elettrodomestici più energivori in una casa vacanza: la lavatrice

La lavatrice è un elettrodomestico indispensabile nelle case vacanze, ma può anche essere uno dei maggiori consumatori di energia. Essendo il terzo elettrodomestico più energivoro, può avere un impatto significativo sulle bollette energetiche della tua casa vacanza se non utilizzato in modo efficiente. Di seguito, daremo un'occhiata più da vicino al motivo per cui la lavatrice consuma così tanta energia e offriremo alcuni suggerimenti su come ridurne il consumo energetico. Adottando alcune semplici pratiche, puoi ridurre al minimo l'impatto ambientale della tua casa vacanza e risparmiare sulla bolletta energetica.

Quanta energia consuma una lavatrice?

In genere, le lavatrici consumano tra i 400 e i 1.400 watt di potenza: questa cifra è fortemente influenzata dal tipo di macchina. Il funzionamento di una lavatrice tre volte alla settimana consumerà circa 140,4 chilowattora di elettricità all'anno.

Come convincere i tuoi ospiti a ottimizzare l'utilizzo della lavatrice?

Chiedi loro di:

  • Chiedi al tuo ospite di utilizzare l'impostazione ecologica sulla tua lavatrice
  • Chiedi loro di sostituire il lavaggio con acqua calda con acqua freddaridurre il consumo energetico di oltre il 50%.
  • Chiedi loro di lavare grandi quantità di indumenti.La potenza utilizzata dalla lavatrice non varia con l'entità del carico; quindi, riempilo il più possibile!

Sapevi che semplicemente lavando i tuoi vestiti senza il filtro della lavatrice, rilasci nell'oceano l'equivalente di un sacchetto di plastica a settimana? L'aggiunta di un filtro PlanetCare o simile catturerà ed eliminerà le microfibre dai vestiti durante il processo di lavaggio. L'installazione di questo dispositivo ti farà guadagnare 1 punto nei criteri Sustonica per gli affitti vacanze sostenibili. Controlla i criteri qui .

 

 

I 4 elettrodomestici che consumano più energia in una casa vacanza: l'illuminazione

Il terzo elettrodomestico che consuma più energia in una casa vacanza è l'illuminazione.

Il wattaggio medio per una lampadina a incandescenza è 60, mentre per una lampadina a LED è 10. Nel corso di un mese, se si utilizzasse una lampadina a incandescenza per due ore al giorno, consumerebbe 12,2 chilowattora di elettricità.

L'utilizzo di una lampadina a LED per due ore al giorno consumerà circa 0,61 chilowattora di elettricità al mese e 7,3 chilowattora di elettricità all'anno.

Come consumare meno energia con l'illuminazione?

1. Investi in luci a risparmio energetico

Puoi ridurre drasticamente i costi energetici fino all'80% se passi alle lampadine a risparmio energetico. Sostituisci le tue lampadine alogene invecchiate con globi LED o CFL, specialmente nei luoghi in cui le luci vengono utilizzate per periodi di tempo prolungati. CFL e LED sono anche più durevoli, con una durata che va dai 4 ai 30 anni, in contrasto con l'aspettativa di vita di 1 anno delle lampadine tradizionali.

2. Abbassare il wattaggio

Le stanze luminose e eccessivamente illuminate possono essere scomode e consumare molta energia inutilmente. Quando non è necessario il wattaggio extra, cogli l'occasione per ridurlo. Scegli corpi illuminanti che non bloccano la luce delle lampadine, permettendoti di utilizzare lampadine con meno wattaggio.

3. Installa timer e sensori per risparmiare luce

Puoi risparmiare sull'illuminazione acquistando rilevatori di movimento per le luci nelle aree in cui vengono regolarmente lasciate accese per errore, come bagni o magazzini. Le luci attivate dal movimento garantiscono che non stai sprecando energia e denaro quando una persona trascura di spegnere le luci.

I sensori possono essere utilizzati anche per l'aria condizionata, che si spegne quando rileva che non ci sono persone in casa. Leggi il nostro articolo sui sensori di presenza intelligenti.

4. Posizionare gli interruttori vicino agli ingressi e alle uscite.

Installare interruttori vicino a tutti i punti di entrata e uscita della stanza. In questo modo sarà più facile per le persone spegnere le luci quando escono. Inoltre, dovrebbero essere affissi cartelli per ricordare alle persone di spegnere le luci quando non sono necessarie.

5. Investi nell'illuminazione solare

Le luci accumulano energia mentre c'è il sole e possono essere accese manualmente o programmate per accendersi quando il sole tramonta. Un esempio di questo è l'illuminazione a strisce che viene generalmente utilizzata per i percorsi.



I 5 elettrodomestici più energivori in una casa vacanza: il forno

Cucinare nel forno è un'attività popolare per molti ospiti delle case vacanze, ma sapevi che è uno degli elettrodomestici che consumano energia? In effetti, si classifica come il quinto elettrodomestico più energivoro in una casa vacanza. In questo articolo, daremo un'occhiata più da vicino al motivo per cui il forno consuma così tanta energia e forniremo alcuni suggerimenti su come utilizzarlo in modo più efficiente. Adottando queste semplici pratiche, puoi ridurre le bollette energetiche della tua casa vacanze mentre continui a goderti i tuoi pasti preferiti.

Quanto consuma il forno?

Il consumo energetico di un forno può variare molto a seconda di diversi fattori, tra cui il tipo di forno (elettrico o a induzione), le dimensioni del forno, la frequenza e la durata di utilizzo e l'efficienza energetica del modello.

In media, un forno elettrico con quattro fuochi può consumare circa 2,3 kW all'ora. Tale valore può tuttavia variare in funzione di fattori quali la potenza erogata dai singoli fuochi del piano e del forno, nonché dal metodo di cottura utilizzato (ad esempio, l'utilizzo prolungato del forno consuma più energia rispetto all'utilizzo del piano cottura bruciatori per un periodo di tempo più breve).

Come convincere i tuoi ospiti a ottimizzare l'utilizzo del forno?

Convincere i tuoi ospiti a ottimizzare l'utilizzo del forno può aiutare a ridurre il consumo di energia e risparmiare denaro sulle bollette. Ecco alcuni suggerimenti per incoraggiare un uso efficiente del forno:

  • Fornisci istruzioni chiare : se il tuo forno ha caratteristiche o stranezze speciali, assicurati che i tuoi ospiti ne siano a conoscenza. Fornire istruzioni chiare su come utilizzare il forno in modo efficiente, ad esempio preriscaldare il forno solo quando necessario.
  • Fornire pentole e utensili : particolarmente importante è fornire coperchi per pirofile per trattenere il calore e prevenire la perdita di energia.

Seguendo questi suggerimenti, puoi incoraggiare i tuoi ospiti a utilizzare il tuo forno in modo efficiente e a ridurre il consumo di energia.

 


In conclusione, implementare misure semplici ma efficaci per ridurre il consumo di energia può fare una differenza significativa nella protezione dell'ambiente riducendo i costi per le case vacanza in affitto. Adottando un approccio proattivo e investendo in elettrodomestici ad alta efficienza energetica, incoraggiando gli ospiti a risparmiare energia e ottimizzando l'uso dei sistemi di illuminazione e riscaldamento, i proprietari di case vacanza possono svolgere un ruolo fondamentale nella riduzione del consumo energetico e nella promozione di pratiche di turismo sostenibile.

 

Condividi questo articolo
Nasce Sustonica, la prima certificazione di sostenibilità per gli affitti
Messaggio precedente
STRZ; Nasce Sustonica, la prima certificazione di sostenibilità per gli affitti
Post successivo
Sustonica 2.2: la nostra nuova pietra miliare nella sostenibilità
Sustonica 2 - animazione
copilot