Cosa prevede il nuovo regolamento UE sul Greenwashing?

Il settore degli affitti per le vacanze si sta rendendo conto del vantaggio competitivo della sostenibilità e il modo più semplice per conformarsi è ottenere una convalida da parte di terzi

 

Abbiamo dimostrato molte volte che i viaggiatori sono alla ricerca di luoghi più sostenibili in cui soggiornare. Come consumatori, stiamo già adottando pratiche sostenibili nella nostra vita quotidiana come il riciclaggio, il risparmio energetico e la scelta di prodotti più rispettosi dell’ambiente.

Tuttavia, le persone vengono spesso fuorviate da affermazioni infondate e, di conseguenza, hanno poca fiducia nei messaggi ecologici. Questo è il motivo per cui l' UE sta introducendo una nuova legge per impedire alle aziende di fare affermazioni poco chiare sulle proprie credenziali ambientali .

 

Il modo più semplice per un gestore o un proprietario di una proprietà di rimanere dalla parte giusta della legge è scegliere una convalida di sostenibilità come Sustonica .

 

 

1. Cosa si intende per greenwashing?

Probabilmente hai sentito la frase "greenwashing", soprattutto se lavori in un reparto marketing. È sempre stato illegale fare affermazioni su un prodotto o servizio che sono false e non possono essere provate. Tuttavia, poiché la sostenibilità è ancora un concetto abbastanza nuovo, le affermazioni sull’impatto ambientale sono meno comprese . Comprensibilmente, le aziende vogliono essere viste come se stessero facendo la cosa giusta nella lotta contro il riscaldamento globale, ma spesso non conoscono il modo migliore per comunicarlo.

Nel 2020, l'UE ha intrapreso una valutazione di 150 dichiarazioni sulle caratteristiche ambientali dei prodotti. Hanno scoperto quanto segue:

  • oltre la metà (53%) ha fornito “informazioni vaghe, fuorvianti o infondate”
  • oltre il 40% non aveva prove a sostegno delle proprie affermazioni
  • Il 50% di tutte le etichette “verdi” offriva una verifica debole o inesistente

Pochissime aziende si propongono attivamente di fuorviare o confondere il consumatore e di solito commettono greenwashing non fornendo le prove necessarie a sostegno delle loro affermazioni.

 

 

2. Esempi di greenwashing nel settore del turismo

Le aziende sono già chiamate a rendere conto dalle autorità pubblicitarie dei singoli paesi. Ad esempio, la Competition and Markets Authority (CMA), un organismo di regolamentazione del governo del Regno Unito, ha introdotto il suo “Green Claims Code” nel 2021 per aiutare le aziende a comprendere le affermazioni che potrebbero legittimamente avanzare.

Ecco alcuni esempi di greenwashing nel settore del turismo in modo che tu possa avere un’idea di come le campagne ingannano il consumatore.

 

A) TUI

La campagna Fair Travel di TUI è stata considerata fuorviante dal comitato olandese per il codice della pubblicità perché metteva in risalto solo alcune delle loro iniziative ecologiche. La campagna non ha riconosciuto i servizi altamente inquinanti della vendita di vacanze (a lungo raggio).

 

B) 17 compagnie aeree

L'Organizzazione europea dei consumatori (BEUC) riunisce a Bruxelles 45 organizzazioni indipendenti dei consumatori. Il BEUC ha denunciato 17 compagnie aeree alla Commissione europea per aver fatto “affermazioni fuorvianti relative al clima ”.

L’organizzazione ha accusato tali compagnie aeree di affermazioni fattivamente errate in merito alla compensazione delle emissioni di carbonio. Ha sostenuto che gli investimenti effettuati per piantare foreste o sostenere l’energia rinnovabile non potevano essere comprovati. Mentre le emissioni di carbonio derivanti dai viaggi aerei sono certe.

 

C) Lufthansa

Questo è un esempio molto specifico di una compagnia aerea che ha fatto affermazioni radicali con lo slogan "Connettere il mondo". Proteggere il suo futuro'. È una frase che è molto facile identificare come greenwashing, anche per un laico. Questa campagna è stata vietata dalla Advertising Standards Authority (ASA) nel Regno Unito . Lufthansa ha dichiarato all’ASA che le sue affermazioni ambientali si basano su aspirazioni, tra cui diventare carbon neutral entro il 2050 e dimezzare le emissioni di carbonio entro il 2030. Sfortunatamente, le aspirazioni non equivalgono a fatti scientifici sui passi già raggiunti.

 

Non sorprende che ci siano molti più esempi di marchi in altri settori come quello alimentare, della bellezza e della moda. Allo stesso modo, sono stati chiamati a rispondere di affermazioni infondate.

 

 

3. Cosa comporterà il nuovo regolamento UE sul greenwashing?

Quindi ora hai un’idea di cosa comporta il greenwashing. A cosa si rivolgerà il nuovo regolamento UE sul greenwashing?

Nel complesso, il regolamento consentirà ai consumatori di prendere decisioni di acquisto più informate. Sappiamo già che i viaggiatori vogliono fare scelte sostenibili dal Sustainable Travel Report 2023 di Booking.com. Il 65% degli intervistati si sentirebbe meglio a soggiornare in un particolare alloggio se sapesse che ha una certificazione o un’etichetta di sostenibilità.

L’UE ritiene inoltre che il regolamento stimolerà la competitività delle imprese che stanno realmente cercando di aumentare la propria sostenibilità.

Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo provvisorio su nuove norme per vietare la pubblicità ingannevole e fornire ai consumatori migliori informazioni sui prodotti. Il voto degli eurodeputati dovrebbe svolgersi a novembre. Quando la direttiva entrerà in vigore, gli Stati membri avranno 24 mesi per recepire le nuove norme nella loro legislazione. Quindi ha senso anticipare il gioco adesso.

Ecco le regole principali su ciò che sarà vietato e che riguarda gli affitti per le vacanze:

  1. dichiarazioni ambientali generiche , ad esempio "rispettoso dell'ambiente", "naturale", "biodegradabile", "climaticamente neutro" o "eco", senza prova di riconosciuta prestazione ambientale eccellente pertinente alla dichiarazione
  2. affermazioni basate su sistemi di compensazione delle emissioni secondo cui un prodotto ha un impatto neutro, ridotto o positivo sull'ambiente
  3. etichette di sostenibilità non basate su schemi di certificazione approvati o stabiliti dalle autorità pubbliche

Se desideri scoprire come aderire al regolamento UE sul greenwashing nella tua strategia di marketing, contatta il nostro partner di marketing per la sostenibilità, Nikki Mattei.

 

 

4. Ottieni la legalità con il badge Sustonica per i noleggi a breve termine

sustonica.com/wp-content/uploads/2023/11/external-sustainability-audit-sustonica.jpg?resize=1170%2C658&ssl=1" alt="" width="1170" height="658" srcset="https://i0.wp.com/www.sustonica. com/wp-content/uploads/2023/11/external-sustainability-audit-sustonica.jpg?w=1200&ssl=1 1200w, https://i0.wp.com/www.sustonica. com/wp-content/uploads/2023/11/external-sustainability-audit-sustonica.jpg?resize=889%2C500&ssl=1 889w" sizes="(max-width: 1170px) 100vw, 1170px" data-recalc-dims="1">Leggere quanto sopra potrebbe averti un po' preoccupato. Il regolamento è stato creato per una ragione chiara. Per aiutare gli ospiti a fare scelte informate quando scelgono un luogo in cui soggiornare. L'ultima cosa che vuoi è fare certe affermazioni ambientali e poi scoprire che ti viene contestata la loro validità.

Il terzo punto della sezione precedente stabilisce che le etichette di sostenibilità devono seguire schemi di certificazione approvati. Inoltre, i requisiti per tali dichiarazioni ed etichette devono essere controllati da un verificatore indipendente e accreditato . Pertanto, sarà considerato illegale se un’azienda crea la propria etichetta o icona di sostenibilità .

Quando la nostra fondatrice e CEO, Vanessa de Souza Lage, ha effettuato una ricerca sulle certificazioni di sostenibilità nel settore del turismo, ha scoperto che ce n'erano più di 200 per gli hotel. Non c’era niente per il settore degli affitti per le vacanze. È stato allora che ha deciso di lanciare una validazione specifica per i proprietari di case vacanze .

Era particolarmente attenta al fatto che il badge Sustonica dovesse essere il processo più approfondito:

Sustonica ha allineato con successo i propri criteri con i principali standard operativi e di sostenibilità, tra cui gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite , l'Organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO), il Consiglio globale del turismo sostenibile e Travalyst . Inoltre, il processo di audit di Sustonica è stato verificato dall'organismo esterno di valutazione della conformità, Bureau Veritas Iberia, SL

“I gestori e i proprietari di immobili vogliono soddisfare la domanda di viaggi sostenibili. Tuttavia, il tentativo di creare una propria etichetta o uno standard rischia di essere visto come un greenwashing da parte dei viaggiatori e degli enti regolatori”, spiega Vanessa. "È anche un processo molto difficile e dovrei saperlo!"

 

Di conseguenza, richiedere la convalida Sustonica è una soluzione semplice per gestori e proprietari di immobili. Tutto il duro lavoro è stato fatto per te e il badge mostrerà chiaramente ai potenziali ospiti che la tua proprietà è stata convalidata da una terza parte.

 

5. In che modo Sustonica convalida i dati forniti dai proprietari degli immobili?

Come ci si aspetterebbe, il processo di convalida di Sustonica è molto rigoroso . Tuttavia, è anche molto semplice ed economico . È stato progettato per consentire ai proprietari di immobili, ai gestori o ad altri membri del team di completare facilmente i passaggi necessari in un'app appositamente creata.

Ecco come funziona:

  • fai il test per la tua tipologia di immobile e verifica di essere idoneo raggiungendo il 20%
  • crea il tuo account nell'app Sustonica e acquista il tuo credito immobiliare
  • caricare documenti come bollette elettriche e fatture
  • fai un tour della proprietà utilizzando l'app per scattare le foto

Una volta completato il processo di cui sopra, la tua richiesta verrà controllata da un revisore esterno remoto e sarai informato del risultato. Se hai raggiunto il livello minimo richiesto del 20% dei criteri, riceverai il tuo badge. Per garantire contro le frodi, tutte le informazioni sono collegate all'ID del tuo account e alla posizione e vengono registrate sulla blockchain di Ethereum.

Ora puoi pubblicizzare con orgoglio il tuo badge sul tuo sito web, sui tuoi social network e all'interno del tuo noleggio! Senza preoccupazioni di greenwashing o di false affermazioni.

Condividi questo articolo
affitti-brevi-termine-appare-prenotazione-viaggi-sostenibile-filtro
Messaggio precedente
Perché vuoi che i tuoi affitti appaiano nel filtro "Viaggi sostenibili" di Booking.com
Post successivo
Come alimentare le tue case vacanze con energia rinnovabile
case-vacanze-energia-rinnovabile3
Ricevi la nostra newsletter
copilot